casa editrice la fiaccola


Due Enviro200EV per First GlasgowI veicoli elettrici sovvenzionati da un fondo di SP Energy Networks


Dalla flotta di bus a ridotto impatto ambientale alla mobilità elettrica firmata dalla partnership tutta britannica che lega Byd ad Adl. È la parabola affrontata dall'operatore scozzese First Glasgow, a cui sono stati consegnati due esemplari del modello di urbano zero emissioni Enviro200EV, finanziati da SP Energy Networks con 1,5 milioni di sterline attraverso il suo Green Economy Fund.

Leggi anche: le commesse Byd-Adl di First Glasgow

Nel dichiarare il piacere per il ruolo di apripista svolto nella conversione del servizio verso una soluzione full electric, Andrew Jarvis, Managing Director di First Glasgow, ha sottolineato come ogni viaggio lungo la linea M3 interessata dall'inserimento dei nuovi veicoli zero emissioni porterà a una riduzione di circa 2 chilogrammi di anidride carbonica per cliente nel raffronto diretto tra trasferimento in bus e da solo in auto, rendendo la prima opzione la scelta migliore ai fini del contenimento dell'impatto ambientale sul nostro pianeta.

(descrizione)Colin Robertson, Chief Executive di Alexander Dennis Limited (Adl), ha ricordato come i mezzi elettrici legati alla partnership tra le due aziende siano già a disposizione presso l'aeroporto di Glasgow. "È fantastico vederli imboccare le vie della più grande località della Scozia - ha aggiunto Robertson -, offrendo benefici tangibili a passeggeri e residenti. I bus ad alimentazione sostenibile sono parte della risposta all'emergenza climatica".

A nome del costruttore cinese ha parlato invece Frank Thorpe, amministratore delegato di Byd Uk: "La mobilità elettrica racchiude il futuro a lungo termine di quanti si occupano di trasporto pubblico locale - ha commentato -. Un elemento confermato dal numero in crescita di operatori da un capo all'altro del Paese. Una platea sempre più attenta alla questione climatica e gli operatori di settore hanno preso coscienza del ruolo potenzialmente importante per i bus elettrici in città e dei vantaggi commerciali" legati a un'offerta completamente zero emissioni.

(descrizione)Glasgow ambisce ad essere la prima città del Regno Unito con emissioni di carbonio ridotte allo zero netto entro il 2030. "Perché ciò avvenga - ha sottolineato Frank Mitchell, CEO di SP Energy Networks - si verificheranno cambiamenti importanti a livello dell'ntera città. Siamo molto orgogliosi di firmare questo momento storico per Glasgow, finanziando 'in toto' infrastruttura e veicoli al servizio della prima linea bus completamente elettrica dal tempo degli Anni Sessanta".

I due Enviro200EV, battezzati con un viaggio inaugurale che ha visto nelle vesti di passeggeri i piccoli alunni della St Joseph's Primary School (vedi foto), collegheranno il distretto di Milton con il centro della località.

Lunghi 10,8 metri e provvisti di 36 posti a bordo, escono dalla fabbrica scozzese di Alexander Dennis. Il telaio sul quale sono assemblati proviene dalla fabbrica ungherese di Byd a Komárom. La ricarica, notturna, è affidata ai ventidue punti di approvvigionamento posizionati all'interno del deposito cittadino dell'operatore First Glasgow Caledonia.

Partner