casa editrice la fiaccola



Anche mete internazionali per FlixBus L'offerta dell'operatore riprende dalla Francia in data 18 giugno



Riprende in data 18 giugno l'offerta di collegamenti internazionali di FlixBus. Così, dopo la ripresa delle attività in Italia, dove in contemporanea saliranno a 130 (sul totale delle 500 collegate prima della diffusione nel nostro Paese del Covid-19) le destinazioni toccate nel nostro Paese, sarà possibile pianificare un viaggio in direzione di Parigi, con tappe a Chambéry e Lione. La Francia è solo uno degli stati che dal 15 c.m. hanno riaperto i propri confini all'ingresso dei passeggeri. 

Non si placano tuttavia le polemiche sui mancati aiuti governativi erogati al settore. "Servono risorse adeguate per far ripartire centinaia di aziende e non lasciarle morire - evidenzia Andrea Incondi, Managing Director di FlixBus Italia -. Se non si interviene, è a rischio l'effettivo diritto alla mobilità delle persone e vengono messe in discussione le normali regole in materia di concorrenza, italiane ed europee, che garantiscono parità di trattamento a tutti gli operatori. Per questo, ancora una volta, chiediamo al Governo, in particolare al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e alla Ministra Paola De Micheli, di rendere possibili interventi a supporto anche del settore delle linee di autobus di lunga percorrenza".

Sembra, insomma, arrivata l'ora delle risposte, di offrire quelle prospettive che consentano all'operatore di perseguire il duplice obiettivo che si è prefisso a partire da un incremento in misura progressiva della diffusione capillare del network: rappresentare un'alternativa, accessibile a tutte le tipologie di possibilità economica, e proporre una soluzione a chi risiede in aree a scarsa penetrazione ferroviaria. 

"In questi giorni - ha aggiunto Incondi - stiamo ricevendo diverse richieste da parte di moltissimi comuni, oltre che da parte dei cittadini, per riprendere, aumentare o attivare 'ex novo' collegamenti e tratte, soprattutto da quelle regioni dove gli altri mezzi di trasporto non arrivano. Vorremmo rispondere positivamente a tutti, ma, seguendo quotidianamente le attività senza una reale possibilità di pianificazione, non possiamo nasconderci che la ripresa dei servizi sarà lenta e incerta".  

Il Managing Director di FlixBus Italia ha sottolineato quindi il valore degli autobus come mezzo fondamentale in un'ottica di spostamenti intermodali, soprattutto per raggiungere destinazioni cosiddette 'minori'. "In questa estate, che tutti auspichiamo all'insegna della riscoperta della natura, del patrimonio e della ricchezza delle migliaia di piccoli comuni italiani, rischiare di mettere a repentaglio la sopravvivenza delle aziende del trasporto di bus di linea sulla lunga percorrenza, che sarebbero proprio quelle in grado di garantire migliaia di collegamenti ogni giorno tra centinaia di realtà del Bel Paese, sarebbe un vero azzardo per la ripresa economica", ha denunciato Incondi, che ha parlato degli investimenti auspicati per il settore come di un vettore in grado di generare ricadute positive sul fronte dei trasporti nel complesso e rilanciare il comparto del turismo. 

Tra le quaranta destinazioni italiane aggiuntive che tornano attive dal 18 giugno, alcune sono capoluogo di provincia (vedasi  Imperia, La Spezia, Alessandria, Vicenza, Trieste, Modena, Ferrara, Ravenna, Lucca, Ancona, Teramo, L’Aquila, Potenza, Matera, Taranto, Vibo Valentia e Ragusa), mentre altre identificano mete balneari di varie regioni:

  • Liguria, con Sanremo e Ventimiglia;
  • Romagna (Milano Marittima, Cesanatico, Cervia, lidi ravennati);
  • Marche (Porto Recanati e Civitanove Marche);
  • Abruzzo (Alba Adriatica);
  • Molise (Termoli);
  • Puglia (Polignano a Mare, Gallipoli, Ostuni, Otranto);
  • Calabria (Sibari e Strongoli Marina, tra le altre);
  • Sicilia (Taormina).

Mentre risultano approntati i primi collegamenti per Porto Cesareo, Ugento e Santa Maria di Leuca (tutti in provincia di Lecce), a disposizione degli utenti del servizio si trovano nuovamente le tratte verso gli - e dagli - aeroporti di Milano Malpensa e Lamezia Terme

Altre destinazioni peninsulari che vedono riaccendersi i motori sono: Oulx, Osimo, Loreto, Orte, Todi, Giulianova, Mola di Bari, Gioia del Colle, Francavilla Fontana, Massafra, Grottaglie, Manduria, Avetrana, Nardò, Maglie, Spezzano Albanese, Tarsia, Rosarno, Modica, Comiso e Lentini.

Partner