Ritorno in Costa d'Avorio per Iveco BusDopo i 450 veicoli del 2018, l'azienda SOTRA ne ha ordinati altri 250

In un recente passato (gennaio 2018) l'accordo tra le parti - Iveco Bus e governo della Costa d'Avorio attraverso la Abidjan Transport Company (SOTRA) - aveva già riguardato i modelli Crossway nella variante Low Entry e Crealis (allora ci si orientò sul GNC - gas naturale compresso), per un totale di 450 veicoli.

Ora è il turno di altri 200 esemplari dell'uno (interurbano) e di 50 dell'altro (filobus) nella versione Natural Power da 18 metri, che porteranno il numero di veicoli urbani del Brand in circolazione ad Abidjan (capitale economica e località più popolosa del Paese del Continente Nero) a quota 700.

(descrizione)

"Siamo particolarmente lieti della rinnovata fiducia di SOTRA - ha dichiarato Sylvain Blaise, Head of Global Bus Division del marchio costruttore (il primo da sinistra nella foto) -, poiché conferma il ruolo fondamentale che i nostri prodotti e servizi rivestono nella modernizzazione e massificazione sostenibile del trasporto pubblico" della città africana.

Oltre a Blaise, alla sottoscrizione dell'ordine presso l'ambasciata della Costa d'Avorio a Parigi hanno presenziato il Ministro del Trasporto del Paese destinatario della commessa, Amadou Kone (inquadrato nella parte retrostante dello scatto) e il Direttore di SOTRA, Meité Bouaké (a destra nella foto). I 250 bus aggiuntivi nella flotta dell'azienda serviranno a farne espandere il servizio di trasporto pubblico locale.  

La Costa d'Avorio gode di un'ampia disponibilità di gas da utilizzare per l'autotrazione. Si tratta pertanto della soluzione più agevole per il contenimento delle emissioni inquinanti.

I Crealis Natural Power saranno impiegati nell'area metropolitana di Abidjan, mentre i Crossway Le verranno dirottati sul potenziamento del servizio nella città africana.

Partner