casa editrice la fiaccola



Byd sostiene l'elettrificazione del CileEntro il mese di agosto 2019 saranno consegnati 183 nuovi bus



Secondo quanto anticipato dal Ministro cileno dei Trasporti e delle Telecomunicazioni, Gloria Hutt, la consegna dei 183 bus elettrici ordinati a Byd, da impiegare per il servizio di trasporto pubblico nella capitale del paese Santiago, è prevista già il prossimo mese di agosto.

Si sommeranno ai 100 veicoli zero emissioni del costruttore cinese già a disposizione della località del Sud America dopo il loro arrivo nel dicembre 2018 in forza di una partnership locale con Enel.

Gli elettrici Byd saranno utilizzati, nel corso della restante parte dell'anno, per la circolazione lungo il tracciato della Avenida Grecia coperto dall'operatore Metbus. I circa tredici chilometri del viale costituiranno la prima linea bus 100 zero emissioni nel territorio dell'America Latina.

L'innesto in flotta annunciato porterà a un totale di 411 i veicoli elettrici Byd in servizio a Santiago. La capitale del Cile diventerà così la città con il più esteso parco circolante zero emissioni al di fuori della Cina e la flotta di Metbus una tra le più grandi nel suo genere nell'intero continente americano.

In virtù di quest'ultima commessa, i bus 'con gli occhi a mandorla' arriveranno a superare una quota di mercato del 60 per cento nel quadro del promettente giro d'affari elettrico legato alla capitale del Paese.

I nuovi Byd attesi in Cile sono in grado di coprire, con una carica completa, oltre 250 km. Offrono posti a sedere per un massimo di 38 passeggeri cadauno, sistema di aria condizionata e altre soluzioni utili, come la presenza di porte USB e la disponibilità di Wi-Fi di bordo.

"Abbiamo iniziato l'anno inserendo 203 bus elettrici che hanno ricevuto un riscontro eccezionale dagli utenti che li hanno valutati con un 6.3 su 7.0", ha ricordato il Ministro Hutt.

Altre città del Cile sono pronte a seguire le orme di Santiago, a partire da Concepción. "Mentre il mercato dei trasporti pubblici zero emissioni prende piede in Sud America - ha dichiarato Tamara Berríos, Country Manager di BYD per il Paese -, il Cile sta rapidamente emergendo quale perno centrale del movimento. Byd è lieta di fornirgli le sue soluzioni all'avanguardia per la transizione verso il green del sistema di trasporto. Manteniamo l'impegno a sostenere gli ambiziosi piani del Cile per un futuro più pulito e più verde".

Una terza voce si è aggiunta al coro ed è quella di Fernando Saka, Director of Metropolitan Public Transportation: "Ci auguriamo che, attraverso il processo di offerta, nel corso del prossimo anno l'elettromobilità continui a essere potenziata nella Capitale e in altre regioni. Per contribuire non solo alla tutela dell'ambiente, ma anche alla qualità della vita delle persone. In tal modo, riusciremo inoltre a rispettare gli impegni assunti con l'Accordo di Parigi e la decarbonizzazione.".

Gli elettrici Byd sono impiegati in molti stati latino-americani oltre al Cile. Nell'elenco si trovano Colombia, Argentina, Brasile, Uruguay ed Ecuador.

Partner