Solaris elettrizza ancora la natìa PoloniaUn'altra città del Paese sottoscrive un contratto per tre Urbino z.e.


Solaris Bus&Coach continua a giocare in casa la partita delle zero emissioni. Anche la città di Włocławek si è infatti unita all'elenco delle località della Polonia che si sono lasciate convertire alla trazione completamente elettrica.

Sono tre i mezzi al centro del contratto sottoscritto tra le parti, da finalizzarsi entro la fine dell'anno. L'arrivo dei Solaris Urbino 12 zero emissioni segnerà un momento storico per la municipalità del Paese, dal momento che si tratterà in assoluto delle prime soluzioni di questo genere a debuttare sul territorio comunale.

I bus del costruttore polacco saranno dotati di batterie High Energy, con capacità di 200 kWh, che alimenteranno i motori elettrici integrati nell'assale, in grado di sprigionare una potenza di 2x125 kW.

I veicoli arriveranno accompagnati da quattro stazioni di ricarica autonome destinate all'area deposito. Solaris ha comunque già garantito che interverrà sui mezzi per consentire sia la ricarica in modalità plug-in, sia, in futuro, quella rapida mediante pantografo.

L'entrata in servizio degli Urbino elettrici a Włocławek, diciottesima città polacca a scegliere i prodotti zero emissioni del costruttore di Bolechowo (nell'intero Paese gli ordini per queste soluzioni ruota intorno alle 150 unità - ci sono località, come Jaworzno, dove questa tipologia di veicoli copre una quota anche del 40 per cento della flotta totale), è fissata per il prossimo mese di ottobre.

Secondo le previsioni formulate dall'UITP (l'Associazione Internazionale del Trasporto Pubblico), nel 2030 le richieste legate a linee 100 per cento elettriche sono destinate a una crescita esponenziale: si stima infatti che costituiranno pressoché la metà di tutti gli ordini provenienti dal settore.

Partner