Consegnati i primi Crossway CngLi ha acquistati Ami Spa, affidataria del trasporto pubblico locale

La linea di sviluppo sostenibile legata al sistema di trasporto pubblico locale ha incrociato quella di Iveco Bus. Il costruttore piemontese ha infatti consegnato ad Ami SpA (azienda che gestisce il servizio urbano a Urbino, Pesaro e Fano, oltre a essere affidataria per la Provincia di Pesaro e Urbino) i primi cinque esemplari del suo Crossway Low Entry NP (Natural Power).

I Crossway Low Entry NP oggetto dell'avvio della fornitura hanno una lunghezza di 12 metri. Rispetteranno questa dimensione anche gli altri 6 bus voluti dall'operatore urbinate, il cui arrivo è indicato per i prossimi mesi. 

L'alimentazione a gas naturale andrà a colorare ulteriormente di verde una flotta composta da 208 unità, all'interno della quale sono già presenti 38 veicoli a trazione alternativa firmati dal produttore torinese sui 45 green rilevabili.

Omologazione in classe I, motore Cursor 9, i Crossway Low Entry NP arrivati in forza ad Ami SpA sono i primi bus del costruttore piemontese venduti in Italia a sfruttare il metano nella sua forma compressa. Consentono di trasportare oltre una novantina di persone: ospitano infatti 38 posti a sedere e nello spazio residuo possono accomodarsi 56 persone in piedi.

Nella versione dotata di rampa manuale d'accesso, i passeggeri con problemi motori possono salire a bordo in corrispondenza delle porte centrali, andandosi eventualmente a sistemare nel posto riservato alle carrozzine. 

Altre caratteristiche del bus Iveco acquistato da Ami SpA sono il climatizzatore per autista/zona passeggeri e i sedili rivestiti in tessuto.

I serbatoi per il gas naturale compresso (Cng), posizionati sul tetto, non pregiudicano l'operatività dei veicoli in qualsiasi condizione, stante l'altezza complessiva che, per gli Iveco Crossway Low Entry NP, è la più bassa del settore (3.210 millimetri).

Partner