casa editrice la fiaccola


Iveco Bus per il trasporto in CampaniaConsegnati i primi 50 Crossway 12 mt all'agenzia regionale ACaMIR


Cinquanta esemplari di Crossway in versione Line e configurazione 12 metri di lunghezza, su una fornitura totale di novanta veicoli, sono stati consegnati da Iveco Bus ad ACaMIR (acronimo per Agenzia Campana Mobilità Infrastrutture e Reti), in attesa che siano suddivisi tra ventotto aziende del territorio campano.

L'organo di pianificazione, monitoraggio e integrazione del sistema di trasporto pubblico regionale, provinciale e comunale aveva indetto un bando di gara nel giugno 2017, vinto fa dal costruttore italiano nel luglio 2018. Che già nel 2016 aveva intersecato la strada dell'Agenzia, aggiudicandosi una commessa per 30 Crossway Euro 6.

Giorgio Zino, Business Director South Europe di Iveco Bus, ha parlato di ACaMIR come di un "esempio virtuoso per la capacità di utilizzare le risorse a disposizione per il rinnovo del parco autobus della regione Campania.

L'utilizzo dei Crossway garantirà più efficienza e comfort, oltre a una riduzione delle emissioni grazie alla sostituzione di veicoli anziani con i nuovi Euro 6, per un miglior servizio a beneficio di tutti i cittadini".

In compagnia del collega Guido Ucci (Public Sales Area Manager di Iveco Bus), il manager ha presenziato alla cerimonia di consegna dei mezzi, svoltasi nel piazzale antistante lo stadio 'Arechi' di Salerno, alla quale hanno preso parte anche il Sindaco della località, Vincenzo Napoli, e il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

Al momento ufficiale non sono mancati i rappresentanti delle ventotto aziende del territorio che avranno la possibilità di utilizzare gli Iveco Crossway 12 metri. Nomi come Cosat (il Consorzio di Salerno), C.L.P. Caserta, Air Mobilità Avellino, Sitasud e Busitalia Campania.

I cinquanta bus consegnati andranno ad arricchire una flotta globale composta da 3.500 veicoli, se sommiamo i mezzi in servizio per ciascuna associata. Sono omologati per il trasporto di 52 passeggeri seduti (c'è un posto riservato ai disabili) e di una trentina in piedi. Sotto al cofano nascondono un motore Cursor 9 da 360 Cv abbinato a un cambio automatico ZF a 6 marce.

Completano le dotazioni: la pedana sollevatrice a funzionamento idraulico per consentire l'accesso al veicolo da parte di utenti con handicap motori, l'impianto automatico per la gestione degli incendi e quello TVCC con telecamera per monitorare la porta posteriore.

Anche i conducenti potranno contare su soluzioni utili, come, nel novero degli assistenti alla guida, il dispositivo che raccoglie e mostra le immagini dell'ambiente circostante al posteriore del mezzo in fase di retromarcia.

Partner