Europa sempre più elettrica

VDL-CITEA-pullmanwebContinua il processo di transizione energetica del trasporto pubblico urbano nelle città europee.

Htm, azienda che gestisce il trasporto pubblico all’Aia (Olanda) ha infatti ordinato cinque urbani elettrici Citea Slf-120 della connazionale Vdl, dei ribassati taglia dodici metri dotati di batterie e pantografo sul tetto per rifornire il veicolo strada facendo.

Sono invece già operativi sulle strade del Lussemburgo i sette elettrici Citea Lle-99 acquistati dall’operatore Voyages Emile Weber. Si tratta di urbani low entry super leggeri da 9,9 metri di lunghezza con motore da 150 kW di potenza massima e batterie con energia complessiva pari a 180 kWh, che vengono ricaricate solitamente durante la notte e di giorno biberonate attraverso pantografo o cavo.

In entrambi i casi Vdl fornisce anche l’infrastruttura per la ricarica gestendone sia progetto che installazione.

Big Ben ha detto Volt

BYD-ADL-pullmanwebL’acquisto di undici Adl Enviro200Ev elettrici a batteria con tecnologia della cinese  Byd ha reso ecosostenibile la linea 153, una tratta londinese ad alta intensità di traffico gestita da Go-Ahead per conto di Tfl (Transport for London), ente responsabile dei trasporti pubblici della Greater London.

I veicoli sono lunghi 10,8 metri e dispongono di 21 posti a sedere con una capienza massima di 90 passeggeri. Sono dotati di un sistema di frenata rigenerativa (che trasforma l’energia cinetica in elettricità) e di uno per la gestione della batteria composto da collettore di segnale e controller, grazie al quale ispezionare ogni parametro, e presenta un motore con potenza massima di 90 kW per una coppia di 350 Nm.

Con una ricarica completa di quattro ore promette ben 18 ore di lavoro.

Credits :: Privacy Policy :: Cookie policy

Casa Editrice la fiaccola srl - Via Conca del Naviglio 37, 20123 Milano - Partita IVA: 00722350154